Spezzatino di pollo all’aglio caramellato

Uno spezzatino di pollo particolarmente aromatico, con un accompagnamento diverso dal solito.

Una ricetta che trovate anche sul Keep calm and what’s for dinner, l’ormai notissima e seguitissima rubrica dell’MTChallenge.

Trovate anche tante altre ricette gustose e semplici, in un pdf scaricabile gratuitamente.

Io direi di dare un’occhiata, no?

Continua a leggere “Spezzatino di pollo all’aglio caramellato”

Focaccia alla crema di aglio

Questa focaccia alla crema d’aglio è solo per chi ama davvero questo gusto forte, deciso, e… duraturo.

In effetti l’aglio ha uno spiacevole effetto collaterale “olfattivo” che persiste a lungo, ma che è superabile con qualche piccolo accorgimento, come eliminare il germoglio interno, o masticare chicchi di caffè. In ogni caso, si può anche accettare l’inconveniente pensando agli effetti benefici dell’aglio sulla pressione e sulla circolazione.

Per preparare questa soffice ed aromatica focaccia, occorrono:

50 gr. di lievito madre idratazione 50% (oppure una bustina di lievito di birra disidratato)
50 gr. della farina che si utilizza solitamente per il rinfresco, (non serve se si utilizza il LdB)
200 gr. di farina tipo 2, (oppure 250 gr. se si usa il LdB)
200 gr. di Manitoba, (250 con il LdB)
300 ml. di acqua a temperatura ambiente,
un cucchiaio di olio.
un cucchiaino di sale,
un cucchiaino di zucchero,
una testa d’aglio (5/6 spicchi)
una noce di burro,
un peperoncino piccante

Rinfrescare il lievito madre con 50 gr. di farina e 25 ml. di acqua ed attendere il raddoppio.

Pulire gli spicchi d’aglio, aprirli a metà e togliere il germoglio interno.

Soffriggere nel burro caldo il peperoncino, poi schiacciarlo con la forchetta e toglierlo.

Mettere nel burro l’aglio tritato grossolanamente; appena inizia a dorarsi spegnere il fuoco e lasciare intiepidire, poi frullare e ridurre in crema.

Sciogliere il lievito madre (o il LdB) in 275 ml. di acqua con lo zucchero.

Aggiungere le farine, poi l’olio, la crema d’aglio raffreddata ed in ultimo il sale.

Impastare bene e lasciare lievitare in luogo riparato e non freddo, come il forno spento. Con il lievito madre occorreranno 7/8 ore (conviene lasciarlo riposare una notte). Mentre con il LdB basteranno un paio d’ore.

Stendere delicatamente, senza schiacciare troppo, l’impasto nella teglia del forno leggermente unta; ci vorrà un po’ di pazienza perché l’impasto è elastico e tende a restringersi.

Coprire la teglia con pellicola alimentare e lasciare riposare un paio d’ore.

Togliere la pellicola ed accendere il forno con la teglia all’interno, portandolo a 200°. Appena arrivato a temperatura, abbassare a 180° per circa mezz’ora.

Se tagliate un pezzo di focaccia a fettine o dadini, e li fate abbrustolire, potete ottenere squisite basi per bruschette o gustosi crostini da zuppa: è un consiglio da EatParade con gusto!

Pesto di basilico

Prepariamo il pesto di basilico, prima che le foglie appassiscano sulle piantine per il gran caldo.

Il profumo sul terrazzo è inebriante, ma nel piatto è ancora meglio.

Per prepararlo non occorrono molti ingredienti, l’importante è che siano freschi e genuini.

Trattandosi di ricetta tipica ligure, l’ideale sarebbe disporre di prodotti di quelle zone. Ma possiamo ottenere comunque un ottimo pesto anche a km zero, o quasi.

Pesto di basilico

Ingredienti:

  • 100 g di foglie di basilico fresco
  • 60 g di parmigiano,
  • 40 g di pecorino,
  • due spicchi d’aglio
  • 40 g di pinoli.
  • 50 g di olio extra vergine di oliva
  • un pizzico di sale

Per dirla tutta, l’ideale sarebbe realizzarlo con mortaio e pestello e tanta pazienza, per dare modo  agli aromi di espandersi in pieno e miscelarsi a dovere, regalando anche quell’aspetto più “rustico” e quasi grossolano, che da l’idea del prodotto fatto in casa.

Ma se proprio non c’è tempo (e magari non c’è nemmeno il mortaio), con un piccolo tritatutto possiamo ottenere un risultato accettabile. Basta non prolungare troppo i tempi.

Iniziate tritando parmigiano, pecorino, aglio e pinoli.

Raccogliete con la spatola e riportate al centro, aggiungo 100 g di foglie di basilico, lavate e ben asciutte, 50 g di olio e un pizzico di sale e tritate per un altro minuto.

Per averlo più cremoso continuate a tritare a brevi intervalli, fino a quando raggiunge la consistenza desiderata.

Si può anche congelare nei contenitori del ghiaccio: ogni cubetto una porzione.

Sempre se ne rimane… sulle freselle è troppo buono!