Sciroppo frizzante di fiori di sambuco

sciroppo di sambuco

“Sciroppo” è per me una di quelle parole particolarmente evocative.

Nel crutìn di mia nonna, che in dialetto andornese (Andorno Micca, provincia di Biella, patria di Pietro Micca e del ratafià) indica una piccola grotta, una cantinola, un ripostiglio, erano sempre presenti quei liquidi colorati che per me avevano un che di magico, mi facevano pensare a benefiche pozioni dai poteri inaspettati.

Bianchi, gialli, arancioni, rossi, verdi, azzurrini. Limpidi o lattiginosi, a volte con erbe e frutti annegati al loro interno, venivano usati con parsimonia, qualche goccia in un bicchierone d’acqua per dissetare, ma a volte anche per curare. Continua a leggere “Sciroppo frizzante di fiori di sambuco”

Ginger Ale

ginger ale

Conoscete il Ginger Ale?

Il Ginger Ale è una bevanda molto dissetante, digestiva e rinfrescante.

Potrebbe sembrare fuori stagione, ma oggi abbiamo 25° di temperatura all’ombra, un cielo che più sereno non si può, ed un bel po’ di zenzero rimasto da QUI

Facciamo bollire 200 gr. di zucchero di canna in un litro d’acqua.

Nel frattempo grattugiamo la buccia di un limone (anche se io preferisco il lime, ma non sempre si trova) e ne spremiamo il succo.

Quando lo sciroppo si è intiepidito lo versiamo in una bottiglia di plastica da almeno un litro e mezzo (meglio due), aggiungiamo una radice di zenzero grattugiata, la punta di un cucchiaino di lievito di birra liofilizzato e agitiamo finchè si forma la schiuma.

A questo punto uniamo il succo e la buccia grattugiata del limone, chiudiamo bene e lasciamo riposare in dispensa per 48 ore.

Si filtra con un colino di tessuto e si conserva in frigo.

Attenzione quando aprite la bottiglia: è come una lattina di birra agitata!

La mia FanPage