I buffet dell’estate – secondo ebook

COMUNICATO STAMPA

I BUFFET DELL’ESTATE VOL. 2 – Da LIBRICETTE.eu il secondo volume della collana dedicata alle ricette per fare festa.

Gli autori di LIBRICETTE.eu, la prima libreria online dedicata agli eBook di cucina fondata da Paola Uberti, non si fermano mai.

Anche quest’anno regalano ai propri lettori un’opera completa e di alta qualità, interamente dedicata alle ricette per i buffet dell’estate, proseguimento del primo volume uscito nel 2017. Continua a leggere “I buffet dell’estate – secondo ebook”

Grissini multigusto con lievito madre

Grissini multigusto, da sgranocchiare a volontà e da creare con fantasia.

pignolata

Oggi il Calendario del Cibo Italiano dedica una giornata proprio ai grissini, così vi proponiamo la nostra versione.

Attenzione, però: i grissini multigusto creano dipendenza.

Questo non dispiacerà certamente ai cultori del lievito madre, che si disperano ogni qual volta sono costretti a gettarne via l’esubero. Continua a leggere “Grissini multigusto con lievito madre”

Mini toad in hole per il Club del 27

mini toad

Fantastici questi mini toad in hole. Penso a buffet, antipasti, merende e picnic.

Penso a tutte le volte che ho comprato le uova di quaglia perché mi attiravano e poi finivano in frittata a un soffio dalla scadenza, per mancanza di ispirazione (si, capita anche questo).

Ci voleva il Club del 27 per regalarmi una ideuzza niente male. Continua a leggere “Mini toad in hole per il Club del 27”

Pitta chijna calabrese con cicoria e nduja

pitta

Pitta“, in calabrese, indica semplicemente un pane basso, con mollica umida e molto alveolata, a forma di ciambella.

pitta

Si prepara con farina 0, a volta con l’aggiunta di semola di grano duro, olio, acqua e lievito madre o di birra.

Essenziale la cottura in forno a legna: la “botta” di calore facilita la formazione della mollica a fori larghi.

Il termine “pitta” è di etimologia incerta. Si ritrova, con lo stesso significato di “pane”, “focaccia”, nella lingua greca, araba, bizantina, tutte civiltà che hanno comunque avuto una grande influenza in Calabria. Continua a leggere “Pitta chijna calabrese con cicoria e nduja”

I buffet dell’estate, freschi, facili e veloci

i buffet

I BUFFET DELL’ESTATE: nuovo E-book gratuito di ricette e cultura

È online il nuovo e-book gratuito di LIBRICETTE.eu, la prima libreria online dedicata agli e-book di cucina, fondata dalla torinese Paola Uberti.

Where’s the Party” cantava Madonna nel 1986. La risposta la danno gli autori di LIBRICETTE.eu oggi: il party è qui!

Qui in questo e-book di ricette e approfondimenti dedicato ai buffet, pubblicato alle porte dell’estate, di quella stagione, cioè, che rende spontaneamente più sociali, aggreganti, conviviali, anche attraverso il cibo.

Che lo si scelga chic o informale, il buffet ha le sue regole per ottimizzarne organizzazione, preparazione e allestimento e il suo galateo per chi vi accede, come spiegato dettagliatamente nell’opera. Continua a leggere “I buffet dell’estate, freschi, facili e veloci”

CalabRolls per l’MTChallenge n. 66

CalabRolls

I CalabRolls sono nati da soli, senza nemmeno pensarci troppo.

Quando la vincitrice dello scorso MTChallenge Giovanna Lombardi, del blog Gourmandia Chef , ha annunciato il tema dell’MTC n.66, ovvero i rolls, ho avuto una sorta di visione di Fatima, ho udito le voci di Giovanna d’Arco, mi si è accesa la lampadina di Archimede Pitagorico.

Non ho fatto nemmeno in tempo a chiedermi: “come ce la metto la Calabria nei rolls?”, che erano già fatti.

La volontà iniziale era di produrne uno per provincia, ma onestamente 5 mi sono sembrati un po’ eccessivi. Continua a leggere “CalabRolls per l’MTChallenge n. 66”

Canestrelli salati ricetta base di Luca Montersino

canestrelli salati

I canestrelli salati di Montersino sono una droga, vi avverto.

Mi sono immediatamente pentita di averne prodotto solo metà dose. Ho pensato che, essendo solo in due a tavola, sarebbero stati più che sufficienti come stuzzichino serale, o insieme ad un aperitivo prima di cena.

In realtà, se ne sono andati in un lampo, ancora prima dell’ora di merenda.

Sul Calendario del Cibo Italiano i canestrelli salati e dolci hanno una loro giornata dedicata, così per l’occasione ve li suggerisco, raccomandandovi, però, di usarli con moderazione: creano dipendenza. Continua a leggere “Canestrelli salati ricetta base di Luca Montersino”

Mela dai? La cuciniera e le tapas

Una mela al giorno, con quel che segue.

L’MTC60, la più bella sfida del web, grazie a Mai Esteve (vincitrice del mese scorso), ad ottobre chiede le tapas.

Aiuto” è la prima reazione. “Tepossino” è la seconda. La terza è accantonare il tutto, in attesa di ispirazione.

Flashback. Interno, giorno. Nel letto con la testiera in ottone dorato, una donna anziana, il volto rugoso, i capelli grigi e corti che sparano da ogni lato, un pigiama rosa con il colletto in pizzo, visibilmente affaticata, ma grintosa. Seduto sul ciglio del letto un uomo, chiaramente un medico, stetoscopio al collo, aria benevola, sta esaminando alcune carte. Dietro di lui, in piedi, una donna di mezza età, braccia conserte, aria rassegnata, segue in silenzio gli avvenimenti.

Silvanella, queste analisi non vanno bene, pochi globuli rossi, l’emoglobina è scesa. La mangi la carne?” “No, non mi piace” “E gli spinaci?” “No, non mi piacciono” “E la frutta?” “Si, banane, uva, fichi…” “Ma non puoi, sei diabetica! Mangia le mele!” “Non mi piacciono” “Fattele piacere!” “E vabbè, mia figlia fa la cuciniera, me le preparerà in qualche modo accettabile“.

Che dire? Mia madre è la mia ancora di salvezza, la mia fonte di ispirazione, il mio faro nella tempesta. E anche tante altre cose meno piacevoli, che tralascio.

Grazie a lei ho scoperto

a) la mia professione: cuciniera.

b) il tema delle mie tapas: la mela

c) perché ho un fastidioso tic all’occhio sinistro, dopo essere stata da lei.

Quindi, partiamo con le tapas e le tre declinazioni di mela (verde, Grammy Smith, la meno calorica e anche la più bella).

La prima richiesta è il pincho, ossia un tot di roba infilzata in uno spiedino, da mangiare in uno o due bocconi. Poi il montadito: mini panino con ripieno muy godurioso. Infine, la tapa, servita in piattino, da mangiare con posata annessa.

Ed ecco il risultato, non troppo apprezzato dal medico, ma assai dalla sig,ra Silvana, che ringrazia l’MTC e aspetta già la prossima sfida. Tra parentesi: lei suggerisce “creme goduriose” oppure “cotiche a gogò”.

  • Il pincho:

Coda di gambero in gelatina di mela verde su falafel

mela-dai-pincho

Ingredienti:

  • code di gamberi
  • una mela verde Grammy Smith
  • agar agar
  • ceci ammollati in acqua per 24 ore
  • cipolla, aglio, prezzemolo, cumino, sale
  • farina di ceci
  • olio extra vergine di oliva
  • un peperoncino piccante

Procedimento:

Soffriggere il peperoncino a pezzi nell’olio.

Passarvi velocemente le code di gamberi pulite (lasciate un pezzettino di guscio alla fine, dove c’è il “ciuffetto”).

Frullare la mela con poca acqua, poi filtrarla in una pezzuola di lino, strizzando bene.

Portare ad ebollizione il liquido ottenuto ed aggiungere l’agar agar ( 1 g ogni 150 ml di liquido) e cuocere a fuoco lento, mescolando, per qualche minuto.

Lasciare intiepidire, versare in bicchierini di carta da caffè ed inserire in ogni bicchierino una coda di gambero, con la parte finale rivolta verso l’alto. Mettere a raffreddare in frigo.

Frullate i ceci con sale, cipolla, aglio, prezzemolo, cumino e l’olio di cottura delle code di gamberi.

Formate delle palline della grandezza di una noce, passatele nella farina di ceci e friggetele in olio bollente fino a doratura.

Lasciatele raffreddare, poi togliete le code di gamberi dagli stampi, sovrapponeteli con la gelatina alle polpette ed infilzate il tutto con uno spiedino.

  • La tapa

Pollo allo zenzero con mela caramellata e fagioli atzuki neri

mela-dai-tapa

Ingredienti:

  • petto di pollo
  • fagioli atzuki neri ammollati in acqua per 24 ore
  • alloro
  • sale
  • pepe nero
  • mela verde Grammy Smith
  • zucchero
  • burro
  • zenzero macinato e fresco
  • olio extra vergine di oliva
  • una noce di burro

Preparazione:

Lessare i fagioli in acqua con sale e alloro per 30 minuti.

Tagliare il petto di pollo a striscioline e cospargerlo di zenzero macinato e pepe

Tagliare a cubetti la mela con la buccia, dopo averla lavata accuratamente.

Scaldare olio e burro in una padella e mettervi il pollo, i fagioli ben scolati e la mela con qualche pezzettino di zenzero fresco, saltandoli per pochi minuti.

Si può servire sia caldo che freddo.

  • Il montadito

Brioche salata con salsa di mela piccante, capasanta scottata e pomodorino confit

mela-dai-montadito

Ingredienti:

  • capesante fresche
  • peperoncino rosso in polvere
  • olio extra vergine di oliva
  • pomodorini confit
  • mela verde Grammy Smith
  • cipolla bianca
  • gambo di sedano fresco
  • sale
  • prezzemolo

Procedimento:

Preparare le brioscine seguendo QUESTA RICETTA (cliccare).

Soffriggere in olio caldo la cipolla ed il sedano.

Frullarli senza scolarli con la mela, il sale ed il prezzemolo.

Scottare per un paio di minuti a lato le capesante ed i loro coralli.

Cospargerli con un pizzico di sale e di peperoncino in polvere.

Tagliare a metà le brioche, farcire la parte inferiore con la crema di mela, poggiarvi la capasanta con il suo corallo e aggiungere i pomodorini confit ottenuti con QUESTO PROCEDIMENTO (cliccare).

Con questa ricetta partecipo all’MTChallenge

mela