Polpo tiepido su nido di patate viola

Questa insalata di polpo tiepido è resa più completa e scenografica dall’aggiunta di un nido di patate viola.

Ovviamente, se non si trovano le patate viola, si può ovviare con le comuni patate a pasta gialla, sarà ugualmente squisita.

E’ bella da presentare come antipasto, ma, in porzioni più abbondanti, è anche un gustoso secondo.

Ecco gli ingredienti e la preparazione:

per 4 persone occorrono

  • 5/6 patate viola,
  • 200 ml. di latte,
  • un pizzico di sale,
  • un pizzico di pepe,
  • 30 gr. di burro,
  • 50 gr. di parmigiano grattugiato,
  • 400 gr. circa di tentacoli di polpo puliti,
  • un cucchiaio di succo di limone,
  • un cucchiaino di olio,
  • prezzemolo tritato.

Portate a bollore l’acqua in una pentola capiente con poco sale, poi immergete e togliete più volte i tentacoli, aiutandovi con una schiumarola. Lasciateli poi cuocere per una ventina di minuti, fino a quando li sentirete teneri pungendoli con la forchetta. Spegnete il fuoco e lasciateli nell’acqua ad intiepidire.

Nel frattempo preparate i nidi di patate. Sbucciate le patate e tagliatele in tocchetti.

Mettetele in una pirofila che le contenga in un solo strato, adatta al microonde, e copritele con il latte.

Aggiungete un pizzico di sale, coprite con pellicola per alimenti bucherellata, o con apposito coperchio, e cuocete alla massima potenza per 20 minuti.

Riducete le patate in puré con il mixer, togliendo un po’ del latte di cottura: se serve, aggiungetelo in seguito.

Unite il burro, il pepe ed il parmigiano, e mescolate bene. Il composto non deve essere troppo liquido, ma di consistenza adatta ad essere spremuto dalla sac à poche, con la quale realizzerete i nidi sulla teglia coperta da carta forno.

Infornate i nidi a 200° per una decina di minuti, nel frattempo scolate e tagliate a pezzettini i tentacoli. Conditeli con l’olio, il succo di limone ed il prezzemolo, ed adagiateli nei nidi di patate.

L’antipasto di polpo tiepido è pronto per essere servito.

Da EatParade con gusto!

Gnocchi viola con salsa di porri e formaggio di fossa

Che strane le patate viola! Le conoscevo, ne ho sentito parlare, ma non le avevo mai viste. Poi ho scoperto che vengono prodotte anche qui, sull’altopiano silano, e me ne sono procurate un po’, tanto per provare. Patate viola

Il sapore non cambia, direi che la differenza consiste nella compattezza: sono piuttosto asciutte, per cui rendono molto bene in preparazioni come gli gnocchi, assorbendo poca farina.

Per cui ho preparato

Gnocchi viola con salsa di porri e formaggio di fossa

Ingredienti per 4 persone.

Per gli gnocchi:

  • 1 kg. di patate viola,
  • 200 gr. circa di farina 00,
  • un cucchiaino di sale.

Per la salsa:

  • due porri freschi,
  • burro,
  • olio,
  • noce moscata,
  • sale,
  • pepe nero,
  • un etto di formaggio di fossa,
  • un etto di emmenthal.

Lessare le patate con la buccia, sbucciarle, passarle al setaccio e lasciarle intiepidire in uno scolapasta, affinché perdano tutta l’umidità.

Impastarle con il sale e la farina, poca alla volta, fino ad ottenere un impasto morbido, ma lavorabile. Se necessario, aggiungerne dell’altra. Formare dei rotolini dello spessore di un pollice, tagliarli a pezzetti e rotolarli sull’apposito attrezzo, sui rebbi di una forchetta o il retro di una grattugia. Oppure spremerli con una sac-à-poche con il beccuccio grande. Lasciarli riposare su un piano infarinato.

Pulire e tagliuzzare i porri. Passarli nell’olio e nel burro fino a quando iniziano a diventare trasparenti, poi coprirli con acqua (o brodo); aggiustare di sale, aggiungere un pizzico di noce moscata  e lasciare cuocere per una ventina di minuti (il liquido deve essere quasi completamente assorbito).

Nel frattempo portare a bollore una pentola d’acqua e cuocere gli gnocchi scolandoli con il mestolo forato man mano che salgono a galla e sistemarli nei piatti.

Frullare i porri e rimetterli sul fuoco. Aggiungere i formaggi grattugiati con la grattugia a fori larghi e rimescolare fino a scioglimento. Coprire gli gnocchi viola con la salsa e spolverare con pepe nero.

QUI un’altra ricetta con le patate viola.

Da EatParade con gusto