Riso Venere con cannolicchi in crema di Parmigiano Reggiano

Se chiedi a qualcuno: “conosci il parmigiano reggiano?” di certo risponde: “si, come no!”.

“E come lo usi?” “Béh, lo grattugio sulla pasta” “E poi?” “mmmmhh…. lo metto nel ripieno delle polpette” “ok. Altro?” “Ehm… no”.

Confesso subito che io avrei dato le stesse risposte, fino a poco tempo fa. Poi mi è arrivato l’Excellent Kit, composto da tre stagionature diverse di parmigiano reggiano, tovagliette, coltello a mandorla e l’invito a frequentare il corso online per assaggiatore di parmigiano. Ecco, mi si è aperto un mondo nuovo.

Intanto, la soddisfazione di avere conquistato la coccarda a tre stelle, e scusate se è poco. Assaggiatrice provetta, non si scherza.

coccarda_3_chiaro

Poi, ho scoperto i molteplici usi di questa delizia, che è riduttivo chiamare “formaggio”.

Così ho voluto utilizzare il parmigiano reggiano stagionato 24 mesi, che esalta il sapore dei frutti di mare senza coprirne il gusto, seguendo le istruzioni per preparare una crema da leccarsi i baffi. E con soli 4 ingredienti!

Ecco la mia ricetta:

Riso Venere con cannolicchi dello Jonio di e pomodorini confit in crema di Parmigiano Reggiano 24 mesi.

Parmigiano reggiano 2 (1)

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 gr. di riso Venere
  • 500 gr. di cannolicchi
  • 300 gr. di pomodorini tipo “ciliegino”
  • 200 gr. di Parmigiano Reggiano 24 mesi
  • acqua, olio extra vergine d’oliva, erba cipollina, prezzemolo, peperoncino piccante macinato q.b.

Sciacquare abbondantemente i cannolicchi sotto acqua corrente.

Scaldare 3/4 cucchiai di olio in un tegame con l’erba cipollina tritata ed abbondante peperoncino.

Aggiungere i cannolicchi e coprire con un coperchio.

Tenerli a fiamma alta fino a quando si saranno aperti (se dopo 5 minuti ne rimane qualcuno chiuso, eliminatelo), e teneteli in caldo.

Tagliare a metà i pomodorini e disporli sulla teglia del forno, con la parte tagliata verso l’alto.

Cospargerli di sale, prezzemolo, origano, erba cipollina e sale e lasciare asciugare a 200° per circa 15 minuti.

Scolare i cannolicchi e tenerli da parte. Filtrare accuratamente il liquido rimasto, aggiungere un litro circa di acqua e portare a bollore.

Tagliare a metà i pomodorini e disporli sulla teglia del forno, con la parte tagliata verso l’alto.

Cospargerli di sale, prezzemolo, origano, erba cipollina e sale e lasciare asciugare a 200° per circa 15 minuti.

Nel frattempo, tostare il riso nel tegame, poi aggiungere due bicchieri del liquido bollente, dare una veloce rimescolata e lasciare asciugare a fuoco lento fino a cottura (se necessario, aggiungere altro liquido).

Poco prima di spegnere il fuoco, tagliuzzare qualche cannolicchio, unendolo al riso.

Grattugiare il parmigiano reggiano ed amalgamarlo, fuori dal fuoco, a 3/4 cucchiai del liquido usato per la cottura del riso, rimescolando con una frusta fino ad ottenere una crema.

Miscelare metà della crema al riso e disporre l’altra metà sul fondo del piatto.

Versate il riso nei gusci dei cannolicchi, o dategli forma con un coppapasta.

Guarnite con i pomodorini confit e con l’erba cipollina, o una spolverata di prezzemolo fresco.

Ecco come, con soli quattro ingredienti, si può ottenere una ricetta da gran gourmet. Perché il vero gusto sta nella semplicità. Less is more!

Con questa ricetta ho partecipato al contest #PRChef 2015 di Parmigiano Reggiano

Parmigiano Reggiano Chef

 

 

 

 

Riso venere ceci e gamberetti

Il riso venere ceci e gamberetti è un primo piatto elegante e raffinato, molto bello da presentare in un pranzo speciale, originale e gustoso, ma semplice nella preparazione.

Per realizzarlo occorrono:

  • 250 gr. di riso venere,
  • 100 gr. di ceci,
  • 100 gr. di gamberetti,
  • un bicchierino di cognac,
  • olio evo,
  • una noce di burro,
  • uno scalogno,
  • prezzemolo, salvia, sale, pepe bianco.

Lessare i ceci (se si usano quelli secchi vanno precedentemente lasciati a bagno in acqua fredda per 12 ore) in acqua bollente salata, con qualche foglia di salvia, per almeno mezz’ora.

Bollire per dieci minuti il riso venere in acqua leggermente salata, o in un brodetto di pesce.

Nel frattempo soffriggere il cipollotto tritato in olio e burro, poi aggiungere il riso scolato.

Versare il bicchierino di cognac e lasciare evaporare.

Unire i gamberetti puliti e sgusciati, e un pizzico di pepe bianco. Cuocere per altri cinque minuti aggiungendo, se necessario, poca acqua.

Ridurre i ceci in crema con il passaverdure, aggiungendo poco olio,  amalgamarne qualche cucchiaiata al riso.

Impiattare il risotto, coprirlo con la crema di ceci rimasta, guarnire con qualche gamberetto e spolverare con prezzemolo tritato.

Il vostro riso venere ceci e gamberetti è pronto, e riscuoterà sicuramente grande successo!

Da EatParade con gusto!

Riso Venere con salsa di peperoni e basilico

Riso Venere con peperoni, basilico… aromi perfettamente equilibrati tra di loro per un gustoso piatto estivo

Per 4 persone:

  • 300 gr. di riso Venere,
  • un peperone rosso ed uno giallo,
  • una cipolla bianca,
  • uno spicchio d’aglio,
  • un pomodoro,
  • basilico, sale, olio evo.

In un fondo di olio evo faccio dorare un spicchio d’aglio, che poi schiaccio con la forchetta e tolgo. Lascio appassire una cipolla bianca a fettine sottili, poi unisco i peperoni lavati, puliti e tagliati a strisce, e un pomodoro a pezzi. Aggiungo sale ed un bicchiere d’acqua e lascio cuocere almeno un’ora, aggiungendo acqua ogni volta che occorre. A termine cotture aggiungo del basilico fresco tritato. Scolo tutto il condimento liquido e lo rimetto sul fuoco in un pentolino con altra acqua: servirà per la cottura del riso.

Soffriggo velocemente il riso con poco olio in un tegame basso e largo, aggiungo il brodo precedentemente preparato fino a coprire il riso e porto a cottura, senza salare.

Quando il riso è quasi cotto, metto nel boccale i peperoni (tenendone una cucchiaiata a parte) e il brodo rimasto, e frullo il tutto. Poi lo unisco al riso. Impiatto guarnendo con i pezzi di peperoni rimasti e qualche foglia di basilico fresco. EatParade vi consiglia di provarlo anche freddo!